BENESSERE PSICO-FISICO

Il Qi Gong è una pratica millenaria per la longevità che aiuta a mantenere e ripristinare un corretto stato di salute psico-fisico. Utilizzando le tecniche del QG si impara tramite esercizi respiratori e movimenti lenti, a guidare l’energia in modo da entrare in uno stato di completa tranquillità.

Durante il rilassamento profondo, il corpo ripristina infatti il corretto fluire dell’energia.

Particolarmente indicato per gli occidentali, il Qi Gong riduce gli effetti dannosi di stress e superlavoro, sviluppa concentrazione e mantiene il corpo tonico ed armonico.

COS’É IL QIGONG

Il Qi Gong ha circa tre millenni di storia se ci si basa sulle fonti scritte più antiche che narrano di fatti e personaggi che praticavano guarigioni effettuate grazie all’uso del Qi. Reperti archeologici hanno avallato questi dati e persino avanzato ipotesi che fosse praticato anteriormente allo sviluppo della scrittura.

Anticamente non aveva questo nome ma altri come Tuna, ingestione e inspirazione di Qi, Daoyin guida e conduzione di Qi che indicavano azioni inerenti alla respirazione e al controllo delle energie. Queste definizioni negli ultimi secoli sono man mano scomparse ma il concetto ad esse sotteso è pervenuto fino a noi.

Il termine “Qi Gong” è apparso per la prima volta nell’opera jingming zongjiao lu di Xu Xun, pubblicata verso il 260 d.C. e significa Arte di controllo delle energie vitali ottenuta attraverso pratiche di allenamento individuale. Nonostante questo termine sia stato usato raramente nei secoli; in tempi recenti tutte le pratiche di Tuna e Daoyin sono confluite nella denominazione generica Qi Gong.

Fin dall’antichità il Qi Gong è stato studiato ed applicato ai diversi campi dell’interesse umano. Oltre all’utilizzo per la prevenzione ed il recupero della salute, il Qi e la dinamica del suo movimento sono stati studiati a scopo geomantico, per codificare l’energia dei luoghi . Alcuni cultori avevano scopi marziali, altri ancora praticavano per capire il rapporto tra terra, uomo e cielo. Ogni scuola si specializzava nello studio di alcuni aspetti dell’esistenza umana e del creato. Inoltre, nel corso dei secoli è avvenuta una compenetrazione tra le conoscenze cinesi ed indiane; da questo crogiolo è scaturito il Qi Gong Buddista tibetano.

In passato ci sono stati medici che curavano i pazienti con pratiche di Qi Gong ed insegnavano tali tecniche ai pazienti perché potessero curare se stessi. Rappresentativo tra questi è Sun Simiao, medico taoista vissuto in epoca Tan (VI-IX sec. d.C.); egli praticava per se stesso, per approfondire la propria conoscenza e contemporaneamente curava i pazienti.

La pratica gli permise di vivere in salute 120 anni , era un ottimo medico e dalla gente del popolo era molto amato e definito “Zhen Ren”, “vero uomo”. Ha lasciato molte opere , non solo relative alla medicina.